mercoledì 20 luglio 2016

Wesley il gufo. L'incredibile storia d'amore tra un gufo e la sua ragazza di Stacey O'Brien

Salve lettori! Per oggi l'appuntamento settimanale con la rubrica Www Wednesday salta, per il semplice fatto che non ho letto una cippa questa settimana. Sono ancora ferma alle prime venti pagine de La figlia del faraone di Mesu Adrews. Tra l'intervento di fidanzato, il mio mal di testa, la stanchezza serale e la sua convalescenza a casa, ho finito per non concludere un granché in questi giorni. Ma un po' alla volta recupero tutto, a partire dalle recensioni arretrate.
Il libro di cui vi parlo oggi è una vera e propria chicca per gli amanti degli animali. Imperdibile. 
Dolce e coinvolgente, ma anche divulgativo, vi farà scoprire curiosità e aneddoti non solo sui gufi, ma sul mondo animale in generale. 
Ringraziamo santo Libraccio per lo sconto del 65%, grande gioia e giubilio!



Wesley il gufo. L'incredibile storia d'amore tra un gufo e la sua ragazza di Stacey O'Brien
Una perfetta Love Story (con le iniziali maiuscole, proprio come il film). Lei, Stacey, graziosa, un po' solitaria, con lo spettro della malattia dietro l'angolo. Lui, Wesley, amabile, imprevedibile e giocherellone, ma di polso. Tra i due scocca inevitabile la scintilla. Tutto sembrerebbe normale, persino banale, non fosse che lui, lui Wesley, è un adorabile gufo dei granai (a essere precisi, un barbagianni). Stacey lo accoglie fin da piccolo, lo accudisce, e i due diventano inseparabili. Narrata con brio, con sentimento ma senza sentimentalismi, la favola vera di un rapporto speciale e unico, dove non importa più chi sia l'essere umano e chi l'animale.


E' come se gli animali portassero il cuore appuntato su una manica
Stacey O'Brien, biologa americana, racconta la sua meravigliosa esperienza di vita con un piccolo gufetto dei granai. 
Wesley, appena nato e ancora con gli occhi chiusi, ha già un'ala ferita. Rimetterlo in libertà ne decreterebbe morte certa, ma fortunatamente incontra Stacey al California Institute of Technology. E' così che inizia una vera e propria storia d'amore fra i due. Stacey decide di tenere con se il piccolo gufo, una grande opportunità di studio etologico per una biologa, ma soprattutto una grande avventura. Ci viene raccontato il lavoro di biologa dell'autrice, a contatto con gli animali più diversi, veniamo così a scoprire nozioni e aneddoti sul magico mondo animale e quanto siano sottovalutati in realtà. Perché ogni specie ha le sue peculiarità che la rendono unica. Le informazioni più scientifiche vengono illustrate in maniera chiara e comprensibile, come se stessimo assistendo ad un documentario, ciò rende la lettura piacevole e scorrevole. Si susseguono episodi comici e commoventi riguardo Wesley: il suo incomprensibile amore per l'acqua, la sua ricca (e un po' disgustosa) dieta a base di topi, le abitudini che si creano fra i due protagonisti fino a creare una routine consolidata. 
Ma la parte più coinvolgente è il racconto del rapporto che si crea fra Wesley e la sua compagna umana. Il piccolo gufo dei granai si lega a Stacey considerandola, dapprima, una madre e in seguito una compagna; i due finiranno per vivere in totale simbiosi. E Stacey scoprirà cosa significa lo "stile del gufo": rispetto, fedeltà ed estremo amore per le persone amate. Perché i barbagianni si affezionano e sono estremamente gelosi, scelgono una sola compagna per tutta la vita. 
Ogni verso, gridolino e  schiocco ha il suo significato e, anche per loro, gli occhi sono lo specchio dell'anima dove si riflettono le emozioni più complesse. 
Oltre a conoscere questi bellissimi animali e questa insolita esperienza, durata ben 19 anni, questo libro offre la possibilità di riflettere sul quel confine che frapponiamo tra noi, umani, e loro, animali. Su tutte quelle somiglianze che sottovalutiamo o ignoriamo, sul rapporto perso che non lega più l'essere umano con l'ambiente naturale e gli altri esseri viventi.
Il rapporto che si crea fra Stacey e Wesley è quello di un amore reciproco, fatto di fiducia e rispetto. Non c'è addomesticamento, ma un adattarsi ai reciproci bisogni. L'autrice finirà per stravolgere e cambiare completamente la propria vita per il suo compagno piumato. 
Senza dubbio è una scelta di vita difficile, molti potrebbero considerarla estrema e non è cosa per tutti. Credo faccia capire quanto una persona sia disposta a fare per il suo amore nei confronti degli animali, ma anche per il proprio lavoro (in questo caso come biologa). Il lettore viene a conoscenza anche del bizzarro mondo dei biologi, molto spesso composto da persone totalmente dedite alla propria professione, estranei al resto del mondo.
La parte più dura e strappalacrime è quella finale, quando ormai si arriva alla fine di questo lungo rapporto. E' l'autrice stessa ad ammettere di odiare questo momento, ma al contempo non può evitare di parlarne. Perdere un animale è sempre doloroso e difficile, ma vivere senza la loro presenza e senza quel rapporto unico che si crea, è impossibile. Perché ne vale sempre la pena. 
Wesley e Stacey ci insegnano cosa voglia dire veramente amare, essere fedeli e leali. Nei confronti degli animali, degli esseri umani e di noi stessi.
Questo è lo Stile del Gufo.

★★★+


Io fissai l'universo contenuto negli occhi di Wesley quasi ogni giorno per diciannove anni. (...) Quando guardavo nei suoi occhi rilassati e pacifici, avevo la sensazione di osservare qualcosa di imperscrutabile, irraggiungibile e profondo più di quanto sia possibile immaginare: un'anima antica che rifletteva qualcosa di più grande, di ineffabile, di eterno. Nonostante mi avessero insegnato a non dare importanza a spiriti e sensazioni non quantificabili o misurabili (...) la presenza di Wesley nella mia vita influenzava inevitabilmente i miei pensieri. (...) Ho deciso di tenere conto di quei sentimenti e della meraviglia e della gratitudine che giungono con essi"

A presto,
Ari.

11 commenti:

  1. Sembra una storia molto carina e le immagini che hai scelto sono dolcissime! ♥♥♥

    RispondiElimina
  2. Ooh, sembra un libro davvero delizioso! ^^
    E anche molto originale, visto che, oltre a Harry/Edvige, non credo che ci siano molte altre storie che analizzano il rapporto tra uomo/civetta-barbagianni-gufo, che dir si voglia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, di simile c'è Io e Mabel di Helen McDonald, in cui l'autrice decide di addestrare un astore, ma è molto diverso come rapporto.
      Altrimenti con protagonisti gufi c'è la trilogia (mi pare) de Il regno dei gufi di Hocke.

      Elimina
  3. Ammetto che se non fossi passata in uno dei miei blog non avrei mai avuto il piacere di scovarti!
    Grazie per questa condivisione così tanto delicata e commovente. So che questo libro mi metterebbe a dura prova, data la mia spiccata sensibilità sull'argomento animali.
    Mi auguro intanto che il mal di testa sia passato e di poter presto leggere le dinamiche di questo blog che ancora non conosco!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio infinitamente!
      E' un libro molto bello, merita davvero secondo me. Il finale mette a dura prova e fa versare lacrime, ma è davvero una bella lettura.
      Grazie per essere passata :)

      Elimina
  4. Hai raccontato con un incredibile tatto questa storia d'amore insolita e proprio per questo tenerissima. Ecco qua, fino a cinque secondi fa questo libro neanche lo conoscevo ... e ora segniamo diligentemente in WL.
    Una recensione che va dritta al punto ... e al cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere di essere riuscita a invogliare a leggere questo libro :)

      Elimina
  5. Ciao carissima, che bello trovare questa recensione. Io ho una ossessione/passione per i gufi e questo libro era entrato nella mia wishlist tipo 3 anni fa, se non sbaglio. Poi per motivi a me ignoti ho deciso di cancellarlo, ma in realtà è rimasto sempre nel mio cuore...ed ecco la tua recensione che decreta definitivamente l'aggiunta alla mia WL e spero presto di poterlo comprare.
    Il segnalibro alla fine lo hai fatto tu? *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Oddio, mi sono accorta solo ora che Blogger non aveva pubblicato il commento o lo aveva cancellato!!
      Comunque, è un libro davvero bello e credo possa piacerti :) Se non sbaglio ora è anche in remainders quindi si trova a pochi euro :)
      E sì, il segnalibro alla fine l'ho fatto io :3

      Elimina
    3. Oddio, mi sono accorta solo ora che Blogger non aveva pubblicato il commento o lo aveva cancellato!!
      Comunque, è un libro davvero bello e credo possa piacerti :) Se non sbaglio ora è anche in remainders quindi si trova a pochi euro :)
      E sì, il segnalibro alla fine l'ho fatto io :3

      Elimina

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio