giovedì 1 settembre 2016

Recap estivo: letture sotto il sole


Bentornati!
Dopo il mese di pausa estiva, il blog riapre i battenti.
Nel post di oggi vi racconto un po' cos'ho fatto quest'estate (niente), che libri ho letto e quelli che si sono aggiunti alla mia libreria.
Partiamo dal fatto che la mia estate è stata all'insegna di Fidanzato in convalescenza post intervento al ginocchio, ragion per cui non ci siamo praticamente mossi di casa. Il massimo è stato un pomeriggio a passeggiare sul Monte Grappa, di cui vi parlerò in un post a parte.
Per il resto casetta e abbronzatura in giardino.
Non riesco ancora a credere che l'estate sia finita e che tra meno di due settimane dovrò iniziare a lavorare al Servizio Civile (in biblioteca!).
Speravo di riuscire a fare qualcosa quest'estate, ma nada. Nemmeno il disegno ha goduto del tempo a casa, non ho ancora preparato niente per il fantomatico portfolio e la Bologna Children's Book Fair.
Le letture sono andate un pochino a rilento nelle ultime settimane, ma sono anche riusciva a leggermi un libro intero al giorno un paio di volte. Libri brevi, ma insomma, è una bella sensazione.

Letture di agosto
Il cuore dell'oceano di Sergio Bambaren ☆+
E l'uomo incontrò il cane di Lorenz Konrad 
Oggi forse non ammazzo nessuno di Randa Ghazy ☆+
Notti in bianco, baci a colazione di Matteo Bussola  ☆+

Il cuore dell'oceano di Bambaren, è stata una piacevole lettura pomeridiana mentre cercavo di prendere il sole senza ustionarmi in giardino. Molto spirituale (come quasi tutti i suoi libri), delicato e perfetto per l'estate e gli amanti di mare, natura e animali.
E l'uomo incontrò il cane di Lorenz l'ho iniziato quasi per caso. Dello stesso autore ho L'anello di re Salomone, libro molto famoso, ma che non ho ancora letto. E' stata una lettura interessante, anche se a tratti non molto in linea con le mie idee su come comportarsi con un cane e sull'idea che si ha di esse. Va comunque detto che è un libro scritto nel 1949 e molte cose sono state riviste e cambiate nell'ambito cinofilo. 
Oggi forse non ammazzo nessuno dell Ghazy, è un libro esilarante e divertente all'apparenza, ma tra le righe (neanche troppo) molto attuale. Integrazione, razzismo, religione, diversità, identità e accettazione sono i temi principali del romanzo.
Notti in bianco, baci a colazione di Bussola, molti lo trovano una semplice furbata e operazione commerciale. Ma secondo me è un libro scritto bene, che fa sorridere e carino. Avevo iniziato a seguire Matteo Bussola su facebook già da un po' di mesi, quando è uscito il libro, ed è stato bello ritrovare qui quei momenti di quotidianità famigliare accompagnati anche da altre riflessioni. E' una lettura spassosa, ma anche vera. La paternità e i dialoghi buffi con le bimbe, ma anche l'incertezza del lavoro. Sono cose che tutti provano, ma quanti saprebbero trovarne sempre il lato positivo e scriverci un libro? E' vero, fa un po' (tanto) famiglia del mulino bianco, felice e spensierata, a tratti sembra un po' costruito il tutto, ma come libro leggero e divertente è perfetto.
Ero talmente presa dalla lettura che ho finito per passare l'intero pomeriggio al sole (ustionandomi la pancia) senza rendermene conto. 



















Primo non nuocere di Henry Marsh 
Il contrario della solitudine di Marina Keegan 
Andromeda Heights di Banana Yoshimoto ☆+
Le ho mai raccontato del vento del Nord di Daniel Glattauer ☆+

Primo non nuocere di Henry Marsh, racconta la vita da neurochirurgo dell'autore. Inutile dire che l'ho amato, non solo per la mia passione verso la medicina, ma anche perché avendo avuto un intervento al cervello ci ho ritrovato tante cose che ho vissuto in prima persona.
Il contrario della solitudine di Marina Keegan, immensa delusione. Dopo i pareri entusiasti letti in giro, sono rimasta basita e indifferente a questa raccolta di racconti e saggi scritti da una giovane studentessa, morta tragicamente in un incidente. Si salvano un racconto e un paio di saggi, ma per il resto non ho trovato nulla di così interessante. 
Andromeda Heights di Banana Yoshimoto, mi è piaciuto. E' la Banana Yoshimoto che mi piace. Onirica, delicata e rilassante, con l'elemento natura di nuovo presente.
Le ho mai raccontato del vento del Nord di Daniel Glattauer, NO. La risposta è NO. Banale e inverosimile, mi ha urtato i nervi per tutta la lettura. Poteva essere un'ottima idea quella della corrispondenza virtuale e invece è scaduta nel ridicolo con risvolti improbabili. Non credo leggerò il seguito, già per finire questo ho saltato capitoli interi a piè pari. 

Vi parlerò più dettagliatamente di tutti questi libri nelle recensioni dedicate.

Books around me
La trama del matrimonio di Jeffrey Eugenides
Moshi moshi di Banana Yoshimoto 
Il lago di Banana Yoshimoto
Chi ti credi di essere? di Alice Munro
Il giovane Holden di Salinger
L'adolescenza in Samoa di Margaret Mead
Io sono gatto di Natsume Soseki
Il regno dei gufi di Martin Hocke
Questi i titoli che sono arrivati grazie ad AccioBooks e quella meravigliosa cosa che sono gli scambi. 
Erano tutti libri che volevo leggere da tempo e non vedo l'ora di buttarmici sopra. Ne avete letto qualcuno? Vi sono piaciuti? 
Sto aspettando ancora qualche libro scambiato, ma soprattutto ho fatto un ordine su Libraccio! Ma c'è un buon motivo: dovevo prendere un libro per Madre e uno per mia suocera. Vuoi mica non approfittarne e lasciare là dei libri al 45% di sconto? (Sì, perché Libraccio è passato dal 50% al 45%, maledetto!) So che mi capite.

www Wednesday
What are you currently reading?


















Colore di Philip Ball è un saggio proprio sul colore. E' da un po' di settimane che mi trascino dietro questa lettura, è abbastanza tecnica con molte nozioni di chimica e fisica quindi credo impiegherò ancora un bel po' per finirlo e studiarlo. 
La casa del sonno di Jonathan Coe mi sta prendendo tantissimo. E' un vero e proprio trip per me. 
Sarà il tema del sonno, a cui ruota tutto intorno, o la scelta stilistica, fatto sta che sto adorando questo vecchio libro sciupato e ingiallito. Comprato durante l'ultima spedizione esplorativa in Libreria Acqua Alta a Venezia (dove spero di ritornare prestissimo).  Di Coe avevo già letto La pioggia prima che cada, ma questo credo lo superi.
What do you think you’ll read next?
Come al solito la domanda è di estremo interesse. La risposta resta sempre un mistero. Ho un sacco di arretrati da smaltire e libri che strabordano fuori dagli scaffali. E' più forte di me, non riesco a decidere prima cosa leggere e seguire una scaletta, vado a sentimento. I più papabili restano comunque i libri arrivati negli ultimi due mesi. 
Ovviamente fatemi sapere cosa avete letto voi nell'ultimo periodo e i vostri pareri.

E.. se fosse arte?
Per la rubrica "Ho disegnato poco e male", vi lascio anche qualcuno dei piccoli scarabocchi fatti durante l'estate. Nonché la mia installazione-esperimento con gli origami. Premessa: la farfalla è l'unico origami che ho imparato a fare e devo ingegnarmi con qualcosa di creativo in vista dei possibili laboratori che farò in biblioteca con i bimbi. Anche qui, se avete pareri e consigli sono tutta orecchi! 
Se volete vedere altri disegni e schizzi vi rimando al mio profilo instagram: @barattolodidisfunzioni.





Ecco qui, direi  che per oggi è tutto.
Spero abbiate passato tutti una bella estate e che vi siate divertiti.
Se vi va, raccontatemi cosa avete fatto, dove siete stati e quali libri hanno accompagnato le vostre vacanze.

A presto,
Ari

2 commenti:

  1. Ciao Ari! ^^
    Notti in bianco, baci a colazione è sul mio Kindle da un po', ma non l'ho ancora letto! Invece, ho letto La trama del matrimonio l'anno scorso e l'ho trovato un libro davvero intenso, anche se mi ricordo che alcuni passaggi non mi avevano completamente convinta. Aspetto il tuo parere! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Anche mia mamma ha detto che alcune parti erano un po' pesanti e noiose, vedremo quando lo leggerò.
      Notti in bianco, baci a colazione l'ho trovato davvero carino! Spero i riuscire a recensirlo a breve :)

      Elimina

Ehi ciao! Lascia una traccia del tuo passaggio